arroganza del potere


YouTube Spotlight
Iscritto24.142.866


Home page
Video
Playlist
Canali

Discussione
Informazioni

Altri iscritti


COMMENTI • 351.697


Aggiungi un commento pubblico...


Commenti più popolari



FORZA Benjamin Netanyahu1 minuto fa
my SAUDI ARABIA ] [ non mi piace che devi venire da me soltanto quando dovrai sentire il coltello alla gola, e dovrai sentirti disperato! .. ti prego: "in quel momento? accetta di morire con dignità!"
Rispondi




FORZA Benjamin Netanyahu34 minuti fa
my Israele ] a quel traditore di un massone Benjamin Netanyahu? gli spezzerò la schiena a bastonate, ma, dubito che lo scaccerò lantano da me!
Rispondi




FORZA Benjamin Netanyahu49 minuti fa
DNR: le forze di sicurezza ucraine hanno sganciato oltre 70 granate su due villaggi © Sputnik. L'esercito ucraino ha aperto il fuoco contro i villaggi di Jasynuvata e Vasilevka. Le forze di sicurezza ucraine hanno sparato nei pressi di Jasynuvata, sganciando oltre 70 granate durante il giorno, ha dichiarato sabato ai giornalisti il vice comandante Eduard Basurin. “Nel corso della giornata di venerdì nei pressi di Jasynuvata sono state sparate 14 granate di calibro 122 mm, 19 colpi di carro armato e 41 mine calibro 120 e 82 mm", ha dichiarato Basurin. Secondo quanto riportato da Basurin, anche contro il villaggio di Vasilevka è stato aperto il fuoco. Contro il villaggio gli ucraini hanno sparato 9 granate calibro 120 mm.
Leggi tutto
Rispondi




FORZA Benjamin Netanyahu1 ora fa
666 YOUTUBE ] [ NESSUNO DEI MIEI COMMENTI DI OGGI TI È PIACIUTO? oppure è stato il Fariseo Rothschild, attraverso la CIA, che ti ha minacciato?
Rispondi




FORZA Benjamin Netanyahu59 minuti fa
Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio ] [ Erdogan è un camaleonte ipocrita, e per 11-09 sono stati CIA e MOSSAD, per avere avuto la ARABIA SAUDITA un ruolo marginale richiesto e obbligato.. Quindi tutta la LEGA ARABA è responsabile di ogni violenza che avviene in nome della sharia. Erdogan definisce ipocrita la politica degli USA in Siria 02.10.2016) Il presidente turco Tayyip Erdogan ha criticato l'attuale politica americana in Siria, definendola ipocrita. "Vediamo come gli Stati Uniti perseguono una politica a due facce in Siria. Una parte del governo statunitense opera con i terroristi, l'altra ha una linea che tiene conto delle nostre preoccupazioni (relativamente alla cooperazione con le forze di autodifesa dei curdi siriani, ndr). Credo che gli Stati Uniti nel prossimo futuro porteranno le nostre relazioni al livello adeguato", — ha detto Erdogan ad Ankara durante l'apertura della sessione autunnale del Parlamento. Ha inoltre criticato il Congresso degli Stati Uniti per l'adozione della legge che consente alle famiglie delle vittime degli attacchi terroristici dell'11 settembre 2001 di citare in giudizio l'Arabia Saudita. "Questa è una decisione sbagliata, è in contrasto con il principio della responsabilità personale per i crimini, ci aspettiamo che questa decisione sbagliata venga cancellata il più presto possibile", — ha detto il presidente turco. https://it.sputniknews.com/politica/20161002/3429391/Turchia-curdi-terrorismo-11settembre-sauditi.html
Leggi tutto
Rispondi




FORZA Benjamin Netanyahu1 ora fa
Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio ] [ Erdogan è un camaleonte ipocrita, e per 11-09 sono stati CIA e MOSSAD, per avere avuto la ARABIA SAUDITA un ruolo marginale richiesto e obbligato.. Quindi tutta l a LEGA ARABA di ogni violenza che avviene in nome della sharia Erdogan definisce ipocrita la politica degli USA in Siria 02.10.2016) Il presidente turco Tayyip Erdogan ha criticato l'attuale politica americana in Siria, definendola ipocrita. "Vediamo come gli Stati Uniti perseguono una politica a due facce in Siria. Una parte del governo statunitense opera con i terroristi, l'altra ha una linea che tiene conto delle nostre preoccupazioni (relativamente alla cooperazione con le forze di autodifesa dei curdi siriani, ndr). Credo che gli Stati Uniti nel prossimo futuro porteranno le nostre relazioni al livello adeguato", — ha detto Erdogan ad Ankara durante l'apertura della sessione autunnale del Parlamento. Ha inoltre criticato il Congresso degli Stati Uniti per l'adozione della legge che consente alle famiglie delle vittime degli attacchi terroristici dell'11 settembre 2001 di citare in giudizio l'Arabia Saudita. "Questa è una decisione sbagliata, è in contrasto con il principio della responsabilità personale per i crimini, ci aspettiamo che questa decisione sbagliata venga cancellata il più presto possibile", — ha detto il presidente turco. https://it.sputniknews.com/politica/20161002/3429391/Turchia-curdi-terrorismo-11settembre-sauditi.html
Leggi tutto
Rispondi




FORZA Benjamin Netanyahu2 mesi fa
il tempio ebraico può essere soltanto un kingdom di Gerusalemme: in universal brotherhood.. ALTRIMENTI VI FATE QUESTA GUERRA MONDIALE NUCLEARE.. MA NON VENITE DA ME, PERCHÉ IO NON POTREI FARE NIENTE PER VOI!
Rispondi




President Trump3 mesi fa
Proud to be white Christian straight male.









Gli Usa non riconoscono la messa al bando del Mejlis in Russia. 01.10.2016. Il Dipartimento di stato americano non riconosce la decisione della Corte russa di vietare il «Mejlis del popolo tartaro di Crimea». Lo ha riferito il vice governatore della Crimea Dmitrij Polonskij. Giovedì la Suprema corte russa ha confermato la decisione sul riconoscimento del «Mejlis del popolo tartaro di Crimea» come organizzazione estremista e di vietarne le sue attività. A sua volta, il Dipartimento di stato degli Usa ha dichiarato di non riconoscere la legittimità di questa decisione. «Come possono rifiutarsi di sostenere ciò che hanno creato e finanziato. È opera loro, il loro figlio prediletto, che hanno allevato quando la Crimea faceva parte dell'Ucraina. Hanno creato il Mejlis come organo d'opposizione della maggioranza russa nella penisola, in modo da formare una spaccatura nelle relazioni interetniche nella nostra penisola multietnica» ha dichiarato Polonskij a RIA Novosti. Il Mejlis, secondo lui, è un prodotto dei servizi segreti americani per impiegarlo nella distruzione della politica a nei confronti dei crimeani. La Suprema corte della Crimea in aprile ha riconosciuto il «Mejlis del popolo tartaro di Crimea» come organizzazione estremista e ha vietato la sua attività in Russia.

https://it.sputniknews.com/mondo/20161001/3426993/usa-meijlis-crimea.html




========================




Benjamin Netanyahu È un shariah akbar: Al-Nursa di terrorista islamico in Siria: tutti dicono ] [ l'ebreo di services ANSA, non ha le palle per accettare la mia amicizia, ma ha messo un mi piace" circa la mia affermazione del satanismo del talmud e circa la condanna della sinagoga di satana! adesso, ANCHE TU DEVI FARE COME LUI, PERCHÉ, ANCHE SE NON SEMBRA? ROTHSCHILD HA CONDANNATO A MORTE ISRAELE! quindi adesso i Baal del SpA FMI potranno volere del bene al Regno di Israele? e se tu permani come: un massone nel NWO, proprio tu porterai Israele a distruzione, un altra volta, oppure JHWH e Israele distruggeranno te, come io credo! .. e non è la economia che fa vivere un popolo ma è la giustizia: e noi non conosciamo una giustizia in tutto il pianeta, che non venga dal patrimonio laico: di Abramo e Mosé!




====================




LA SOLUZIONE È FACILE! perché gli USA e la loro galassia jihadista non risulti sconfitta in Siria, devono aggredire semplicemente i russi!! I terroristi potrebbero ottenere il “via libera” degli Stati Uniti. 01.10.2016. È quello che succederà se gli Stati Uniti rinunceranno agli accordi sulla Siria, ha detto il portavoce del Ministero degli Esteri Maria Zakharova. “Se gli Stati Uniti decideranno di cessare i colloqui o si rifiuteranno di realizzarli, non serviranno altre prove e testimonianze che stanno tirando acqua al mulino degli estremisti e dei terroristi. Sarà semplicemente un via libera per estremisti e terroristi. Inoltre, qua e là cominciano ad apparire fughe di notizie, di discussioni di possibili scenari, che non escludono azioni d’impatto su Damasco, che costituiscono, in linea di massima, un’aggressione diretta”, ha detto Maria Zakharova. Il Segretario di Stato USA John Kerry ha detto giovedì che Washington si trovava sul punto di sospendere i colloqui con Mosca per risolvere il conflitto in Siria.

https://it.sputniknews.com/politica/20161001/3428210/Usa-Russia-accordi-Siria-Terrorismo.html




================




You are dhimmi in sharia law ] Pushkov ha replicato bruscamente alle parole di McFaul su Putin [ SECONDO ME è questo Unius REI che sta montando la testa a Russi e Cinesi! ] 01.10.2016) IO DICO che è arrivato il momento di dare loro una lezione!] [ Il mondo è stanco dell'arroganza USA, replica l'ex capo della Duma Alexei Pushkov all'ambasciatore McFaul. L'ex capo del Comitato Internazionale della Duma di Stato Alexei Pushkov ha risposto bruscamente al tweet dell'ex ambasciatore degli Stati Uniti in Russia Michael McFaul. Perché quando Putin parla duramente dell'America è "forte" ma quando gli americani parlano duramente della Russia sono "poco diplomatici"? Pushkov ha risposto dalla sua pagina Twitter in inglese: "perché gli Stati Uniti mostrano continuamente "l'arroganza del potere", usando una definizione del senatore Fulbright. E il mondo è stufo di questa storia". L'ex ambasciatore americano a Mosca non ha ancora replicato alla risposta di Pushkov.

https://it.sputniknews.com/mondo/20161001/3427621/Russia-USA-Putin-McFaul-Pushkov.html







Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio. questo articolo è contraddittorio dal momento che ha affermato che non esistono opposizioni moderate in Siria, ed è questa la verità, dopo ASSAD verrebbe soltanto il baratro! Siria, le conseguenze di un attacco diretto degli Usa a Damasco. 01.10.2016. L’aggressione diretta americana contro Damasco e l'esercito siriano porterà ad uno «spaventoso mutamento tettonico» in Medio Oriente. Lo ha dichiarato il portavoce del Ministero degli esteri russo Maria Zakharova. «Il mio compito è spiegare perché è così importante rimanere in linea con gli accordi. Se gli Usa realizzeranno un'aggressione diretta a Damasco e all'esercito siriano, ciò porterà ad uno spaventoso mutamento tettonico, non solo in questo paese, ma anche, in linea di principio, nella regione» ha detto la Zakharova durante le registrazioni del programma televisivo «Pravo znat!» — il diritto di sapere! —. Secondo le sue previsioni, «il cambio di regime porterà a quello che sarà non solo un vuoto di potere, un vuoto politico che sarà immediatamente colmato dai moderati, ma in realtà non ci sono moderati, ma terroristi di ogni colore, con i quali sarà impossibile fare qualcosa». «Inoltre, tutto peggiorerà anche lo scenario iracheno. Sappiamo che l'esercito iracheno è diventato la base dell'Isis sulla terra, e tutto ciò che si trova ora nella regione e con il quale sta lottando sia coalizione che la Russia, proviene da lì.» In precedenza, il ministro degli esteri russo Sergej Lavrov aveva dichiarato che Mosca continuerà a seguire l'accordo con Washington sulla Siria e per la sua attuazione è necessario separare l'opposizione moderata dai terroristi di al-Nusra.

https://it.sputniknews.com/mondo/20161001/3427273/siria-conseguenze-usa.html




Dopo Saddam e Gheddafi, perseverare contro Assad è diabolico! e gli USA LEGA ARABA NATO sono diabolici! ed infatti, hanno cancellato 2000 anni si storia cristiana in siria e iraq.. perché loro sono le bestie di satana! e adesso vediamo se l'agente della CIA che lavora in sputnik mi censura anche questo articolo! Il problema è che Assad è il volto più umano, pluralista, umanista e democratico della LEGA ARABA e se lui non è buono per voi? poi, è tutta la LEGA ARABA che deve essere sradicata!

Zakharova risponde a Johnson sulla dichiarazione della «nuova arma» contro la Russia

Il portavoce ufficiale del Ministero degli esteri russo Maria Zakharova ha ribattuto alla dichiarazione di Boris Johnson che «la più potente arma che l’occidente può usare contro la Russia è la vergogna». Boris Johnson © AFP 2016/ Niklas Halle'n Siria, Usa e Regno Unito vogliono che la Russia cambi la sua linea «L'irriducibile Boris Johnson. Ha fatto tutti a pezzi già dalla mattina. Già mi immagino Sergej Viktorovich [Lavrov]: ‘Accidenti. Gli inglesi hanno una nuova arma contro di noi: la vergogna. A Skolkovo (centro di sviluppo tecnologico nei pressi di Mosca, ndr) non hanno inventato ancora nulla di simile.' e Sergey Kuzhughetovich [Shoigu]: ‘date ai soldati un cocktail di formoterolo, triamcinolone, prednisolone e prednizola. Un integratore che aiuta a sbarazzarsi della vergogna e ad aumentare la massa muscolare. Lo hanno testato sui tennisti americani'» ha scritto la Zakharova sulla sua pagina Facebook.

https://it.sputniknews.com/mondo/20161001/3426866/zakharova-johnson-arma.html

==========

01.10.2016 Germania, mega rissa tra tedeschi e migranti Nella città di Schwerin si è verificata una rissa di massa tra i tedeschi e immigrati. Un persona è rimasta ferita in modo lieve. Lo ha reso noto l’agenzia tedesca DPA.

https://it.sputniknews.com/archive/

=======




Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio ] [ fare l'amico con Erdogan è come fare l'amico con un coccodrillo! quello che a lui preme è il consolidamento annessione della Siria! e perché nel doppio gioco può guadagnare da tutti! ERDOGAN È destabilizzante ed inaffidabile, lui è la VERA MINACCIA più della NATO! .. la amicizia con lui comporta sempre un prezzo troppo alto da pagare! Erdogan intende intensificare le relazioni con la Russia. 01.10.2016. La Turchia e la Russia stringeranno un legame più forte dopo la crisi del Su-24 abbattuto. Il presidente turco Tayyip Erdogan ha dichiarato di voler intensificare le sue relazioni con la Russia ancora più di prima, superata la crisi per il caccia russo Su-24 abbattuto nel mese di novembre 2015. "Normalizzeremo le relazioni con i nostri vicini. Con la Russia abbiamo negoziati aperti su vari argomenti, come l'agricoltura, l'energia, l'economia, il turismo. Siamo impegnati a ripristinare i nostri legami come prima o addirittura meglio di prima", ha detto Erdogan, parlando alla cerimonia di apertura della sessione autunnale del Parlamento turco ad Ankara. In precedenza, il Presidente dell'Unione delle Camere di Commercio e di Scambi turco Rifat Hisarciklioglu ha dichiarato che gli imprenditori turchi erano pronti a ritornare al precedente fatturato di scambio dei due Paesi. A questo proposito, Hisarciklioglu ha espresso la speranza che per gli uomini d'affari che si recano spesso in Russia, venga abolito l'obbligo di visto. https://it.sputniknews.com/politica/20161001/3428390/Turchia-Russia-Putin-Erdogan.html







La Nasa ammette di spruzzare i cittadini con scie chimiche velenose. 01.10.2016) Per anni il governo federale e non solo hanno etichettato come complottisti coloro che manifestavano preoccupazione per le sostanze chimiche spruzzate sulle popolazioni, le scie chimiche, ma l’agenzia spaziale nazionale ha appena ammesso che i “complottisti” avevano ragione al 100 percento. Come riporta The Waking Times, uno scienziato della NASA ha ammesso che la sua agenzia sta mettendo nei gas di scarico dei razzi il litio (ascoltate qui ), che successivamente viene disperso nell'atmosfera. Non solo, il rilascio di litio è in corso sin dagli anni settanta, come ammette Rowland nel video, che è la registrazione di una telefonata. Benché secondo Rowland il litio non sia dannoso per l'ambiente, questa sostanza è stata usata per decenni come farmaco psichiatrico. Funziona alterando i livelli di serotonina e di norepinefrina che sono secreti dal sistema endocrino umano. Il litio altera fortemente gli schemi cerebrali, ma nella registrazione Rowland afferma che "non è pericoloso." La realtà è che anche i medici che lo prescrivono regolarmente per ragioni psichiatriche non capiscono come funzioni, o quali siano i dosaggi ottimali. Perciò come si può pensare che spruzzare grandi quantità di questa sostanza in modo indiscriminato nell'atmosfera possa essere una cosa positiva? Tutto in nome della scienza Ecco la spiegazione della NASA. Sul sito web dell'agenzia, si dichiara che la NASA effettua il rilascio del litio per studiare il movimento del vento nell'alta atmosfera, al fine di analizzare i dati sul gas caricato o ionizzato (chiamato plasma) e sul gas neutrale attraverso il quale transita. La Terra vista dallo spazio © Foto: Roscosmos Forze aeree USA si apprestano a bombardare l'atmosfera con il plasma L'agenzia afferma che le variazioni contano, poiché tutti i GPS e i satelliti per le telecomunicazioni inviano i propri segnali attraverso la ionosfera, e "una ionosfera disturbata si traduce in segnali disturbati," per questo è necessario sapere cosa fa agire la ionosfera in determinati modi. Oltre al litio psicotropo, altri hanno provato la somministrazione di vaccini via aerosol — l'irrorazione di vaccini per via aerea sulle popolazioni a loro insaputa e senza la loro autorizzazione — come riporta questo abstract. Diverse migliaia di persone sono state vaccinate tramite aerosol "per molti anni" in Russia con "ceppi vivi attenuati contro molte malattie." Inoltre, sono state condotte vaste sperimentazioni sul campo in Sudamerica usando il vaccino vivo attenuato del morbillo, definite molto positive. Buoni risultati sono stati riportati anche utilizzando un aerosol per vaccinare contro l'influenza A. Medicina © AFP 2016/ BRENDAN SMIALOWSKI Medicina contro l'influenza può fermare le metastasi del cancro "L'introduzione del vaccino per via aerea, che ripercorre meglio la via naturale di molte infezioni, potrebbe portare allo sviluppo dell'immunità al portale d'ingresso, e potrebbe anche indurre una difesa più generalizzata," sostengono i ricercatori. Lo studio ha anche rilevato che il metodo ottimale di vaccinazione per aerosol è attraverso il naso, che è considerato migliore per le popolazioni pediatrica e geriatrica. "In conclusione possiamo affermare che l'immunizzazione tramite aerosol appare un metodo di vaccinazione promettente," concludono gli autori dello studio. Cavie Quanto al litio, non è un farmaco che dovrebbe essere spruzzato nell'atmosfera perché, ribadiamo, medici e scienziati non sanno realmente quali dosi siano efficaci e quali siano eccessive. Rowland, nella sua conversazione registrata, ha promesso di rispondere alle domande specifiche che dovesse ricevere via email. Ha anche detto che l'agenzia spaziale accoglie con favore queste richieste provenienti da cittadini comuni visto che informare la gente è una delle missioni fondamentali della NASA. Se questo è vero, allora perché gli altri funzionari governativi che lavorano presso agenzie chiave hanno obbligo di silenzio sulle discussioni riguardanti le scie chimiche? Se non siete ancora pronti per credere che il governo americano sia capace di spargere litio attraverso le scie chimiche, questo documento pubblico — Codice 840 RMMO dal Range and Mission Management Office della base di Wallops — dovrebbe mettere a tacere ogni vostro dubbio. Esso definisce espressamente in una dichiarazione di missione del 2013 che lo "scopo" del lancio è "testare i metodi di caricamento dei fusti di litio" da trasportare in missioni successive. I risultati? "I dati termistore sono risultati nominali. Rapporto positivo dalla piattaforma ottica aerea delle immagini video e delle nuvole di litio visibili anche tramite osservazione da terra." Il governo degli Stati Uniti ha trattato gli americani come cavie nel passato; sarebbe semplicemente ingenuo pensare che questa prassi sia stata interrotta. J. D. Heyes https://it.sputniknews.com/punti_di_vista/20161001/3427195/nasa-usa-scie-chimiche.html




1 ottobre: Il Santo Rosario: «scuola di Maria»

Il Santo Rosario è la «Scuola di Maria»: questa espressione è stata scritta dal papa Giovanni Paolo II nella Lettera Apostolica Rosarium Virginis Mariae del 16 ottobre 2002. Con questa Lettera Apostolica il papa Giovanni Paolo II ha fatto alla Chiesa il dono di un Anno del Rosario che va dall'ottobre 2002 all'ottobre 2003.

Il Papa dice espressamente che con il Santo Rosario «il popolo cristiano si mette alla scuola di Maria», ed è bellissima questa espressione...




RadioSperanzaPescara:

Di solito si parla dell'Angiolo Custode soltanto ai bambini: gli adulti, invece, dimenticano facilmente il loro adulto testimone e consigliere, il loro invisibile compagno di viaggio, il muto testimone della loro vita.




E anche questo aumenta il senso della desolazione e addirittura dell'angoscia che caratterizza il nostro tempo, nel quale si sono lasciate cadere, come infantili fantasie, tante consolanti e sostenitrici verità di fede.




E' infatti verità di fede che ogni cristiano, dal Battesimo, riceve...




=======================




Many women were there, watching from a distance. They had followed Jesus from Galilee to care for his needs.

(Matthew 27:55) WITHOUT WOMEN THERE WOULD BE NO CHURCH

The New Testament records the fact that many women were among the larger body of disciples that followed and served Jesus Christ. Unfortunately, we only know the names and stories of a few. They were more loyal to Jesus at the time of his crucifixion than his male disciples.

Despite the patriarchal society of that day, four women — two of them Gentile foreigners — were named in the genealogy of Jesus in Matthew’s Gospel chapter one.

It is significant that Jesus included women in his teaching putting them on equality with men. The same ethical and moral standards were demanded from both genders and the same way of salvation was offered for both.

Throughout the Bible, women filled significant roles — from leadership like Deborah to unique motherhood like Mary. The same has been true of those in the persecuted Church.

A pastor in Cuba once told me, “Lenin said that without women there would be no revolution. I say that without women there would be no Church!”

In China, the group of Christians who have had a major role in the revival and church growth are referred to locally as “Bible Women.” Chairman Mao once said, “Women hold up half the sky.” But it is estimated that about seventy per cent of the active Christian workers and church leaders in China today are women.

For example, Chinese Bible Woman, Ding Xianggao, has an incredible testimony. She is a young itinerant evangelist in China. Very much aware of the cost, she says, “In my country there are many brothers and sisters who suffer for Christ. Some of my co-workers have spent thirty years in prison for the sake of the Gospel.”

Two of her associates were actually martyred. Because she is a hunted woman, she often sleeps in caves and fields to avoid capture.

Her commitment is expressed this way: “Jesus died for me. The least I should do is die for Him. To suffer and go to prison for Him is my honour, and I look forward to it.” She ended up in a large prison with over eight hundred inmates involved in prostitution, murder and kidnapping. But Ding believed God had placed her there for a reason. After three years she was released from prison. But not before seventy-eight people had made a personal commitment to Christ.

Sister Chan was sent to prison for six months for public preaching in central China, a prison with six thousand other women. During her time there, she led eight hundred women to faith in Jesus.

God uses everyone who is available in establishing His kingdom on earth.

RESPONSE:

Today I will not assume that I am not useable by God. I will make myself available to Him.

PRAYER:

Pray for the ministry of Christian women around the world — especially those who serve our Lord in difficult assignments or places.

================




As they were walking along the road, a man said to him, “I will follow you wherever you go.” Jesus replied, “Foxes have dens and birds have nests, but the Son of Man has no place to lay his head.” He said to another man, “Follow me.” But he replied, “Lord, first let me go and bury my father.” Jesus said to him, “Let the dead bury their own dead, but you go and proclaim the kingdom of God.”

(Luke 9:57-60) TEACH YOUR CHILDREN THE COST




One of the costs of following Jesus is the impact on our children. If we, as parents, try to shelter our children from the cross then we are guilty of the third temptation of Christ. Our children need to understand that there will not be a victorious life in Christ without following the footsteps to the cross. Not around the cross, as we often desire, but through the cross.




A co-worker once asked a Christian in Vietnam how he introduces the Gospel in the villages where people have never heard about God. Without hesitating he answered “Oh very easily. I simply say, ‘I have good news for you but it might cost you your life, would you like me to continue?’ People want to hear good news and most of the time they eagerly ask me to tell them. But the introduction is always that there will be a cost involved because for us in Vietnam, being a Christian means a life of self-denial. When they are persecuted and imprisoned they are not surprised. They expect it.”




The co-worker went on to say, “It sometimes amazes me how we find it suitable to counsel our children regarding the costs involved in buying a new bicycle or starting a new hobby but we never sit down and discuss the cost of following Jesus. We need to train our children in no uncertain terms that being ridiculed at school, being rejected and facing mockery, is part and parcel of being a Christian. It comes in as a package and you cannot have the one without the other. We need to train our children to sacrifice; we need to train our children to count the cost; we need to train our children that they do not belong to themselves. “Our lives are often based on our expectations. If we are confronted with the unexpected, we seldom know how to react. If we neglect to teach and expose our children to the reality of the cross, difficulties will come as a surprise.

“But, once again, if we as parents cannot testify through our lives by being examples of living sacrifices, our teachings will be futile. When was the last time you were ridiculed for the name of Jesus? When was the last time you sacrificed your time and money to work among the lost? When was the last time you sacrificed anything to visit the persecuted church?”

RESPONSE:

Today I will be an example to my children and teach them the cost in following Jesus.

PRAYER:

Lord, help me to be willing to sacrifice everything to follow You and to be an example.




==================




google+ 666+ ] Hai annullato con successo l'iscrizione a queste email. [ lui dice ma no è vero! mi hanno riempito la posta di spam e mi impediscono di annullare la iscrizione! Annulla iscrizione a notifiche email a [Gesu' la guida della nostra vita.] Annulla la ricezione delle notifiche email per persecuted-chur-1641@pages.plusgoogle.com quando... Qualcuno condivide contenuti con una community da cui ricevi notifiche




=====================

because you talk in silly way, while, my heart is in distress! both in ADAM that, in Noé, twice we have had a single origin. "We are all brothers" and God and God alone is our common Father!




perché voi parlate in modo insulso, mentre il mio cuore è nella afflizione! sia in ADAMO che in Noé, per due volte noi abbiamo avuto una sola origine. "noi siamo tutti fratelli" e Dio, Dio soltanto è il nostro Padre comune!

Ben Yahweh's Wiener +Deth to FAKES

Why yo crazy white ass disagreeing with yourself? YES the so-called greeks is SLAVS



Deth to FAKES ] IT IS ONE TRUTH THAT THE SLAV AND THE HELLENE HAVE: EARLY ORIGIN. BEN YAHWEHS WIENER HAS CORRECT VISION FOR THIS STORY

Wiener di Ben Yahweh

+ Deth a FALSI ] Perché yo ass bianco folle in disaccordo con te stesso? SI cosiddetti greci è SLAVI




Deth a FALSI ] E 'UNA verità che lo slavo E LA elleno hanno: ORIGINE precedente. BEN YAHWEHS WIENER HA corretta visione di questa storia

==================




He will turn the hearts of the parents to their children, and the hearts of the children to their parents… (Malachi 4:6a) BLESSINGS FOR PARENTS AND CHILDREN. ManFu’s parents are key leaders in a house church network — his father serves as a regional pastor in one of the largest cities in China, and his mother is a Bible teacher. They travel constantly, preaching and teaching at a different congregation almost every weekend. Their little pre-school daughter goes along, but it’s not a stable environment for ManFu, their teenage son, to keep up with his studies. So they enrolled him in a boarding school in his father’s home village, so he could spend weekends with his grandfather. They pledged to telephone him every Saturday night, but for itinerant pastors in China, Saturday nights are busy, demanding times. ManFu’s parents would sometimes get so caught up with ministry that they missed their weekly call to their son — sometimes three in a row. And even then, they often cut off what he was telling them with a hurried barrage of questions which felt critical and unloving to their son. Although their questions were rooted in concern for his welfare, to ManFu each conversation felt like an interrogation, and he began to wish they would stop calling. His parents became frantic as to how they could effectively reach out to him. Brother Samuel, an Open Doors trainer, suggested they begin by writing a letter to their son, pouring out their hopes and love and prayers for him. “Share about the struggles you have and how much you long for him to be by your side. Help him to see all that is in your heart. Kneel before the Lord and pray before you begin this letter. Don’t mention the past. Whenever your son thinks of you, he will take the letter out and read it and know his parents are praying for him.” Accepting their mentor’s assignment, they went home to write to their first-born, hundreds of miles away. Unknown to the parents, their letter never arrived. But by the time they found out, they told Samuel, it didn’t matter anymore. Their phone conversations had been transformed week after week, as the parents focused on sharing their love and prayers for ManFu. Although the letter itself was lost, its contents had been written in their hearts — and ManFu felt their love.

When ManFu’s summer school vacation approached, Samuel advised the anxious parents to set aside special family times to do things together. “It doesn’t matter where you go – to the park or for walks – but you must take a family photograph,” he advised. “Then take one photograph and write on the back of it for your son to take back to school with him. Whenever he looks at it, he will be reminded of his parents and that you love him.”

When Samuel shared this testimony with pastors in other regions, many admitted that they also had strained relationships with their children. Confused how to resolve the guilt they were experiencing, they had simply given up — until they heard how God worked in ManFu’s family.

“It’s amazing to see parents being set free and healed from their feelings of guilt, to see them turn to God and experience His love,” Samuel said. “And this in turn blessed their children.”

RESPONSE: Today I will work on communications with family members to assure them of my love.

PRAYER: Pray for mentors like Samuel who strengthen pastors and their families in China’s unregistered church through balanced, holistic ministry.




==========

===============




che cosa, nella Parola di Dio è parola dell'uomo delinquente? QUESTO È IL COMPITO PRINCIPALE DI OGNI RELIGIONE.. Ecco perché il fondamentalista, finirà per diventare: eretico, ribelle, presuntuoso, razzista e assassino! ma, questo deve essere detto: IO soltanto nel NUOVO TESTAMENTO, IO NON HO TROVATO NIENTE DI SBAGLIATO! ] [ la due giorni di convegno - rav della rocca. Traduzione alla prova del nome. “Che il parlare di Yafet”, cioè la lingua greca, “dimori nelle tende di Sem”, cioè nell’ebraico. Come un auspicio alla traduzione in greco dei testi sacri ebraici, il Talmud Babilonese (trattato Meghillà 8b-9b) reinterpreta – traduce? – la benedizione, “il Signore faccia crescere Yafet e dimori nelle tende di Shem”, che in Genesi IX, 27, Noè rivolge ai figli Yafet e Sem i quali hanno avuto la delicatezza di coprire la sua nudità camminando a ritroso, a differenza del fratello Canaan che di fronte ad essa non ha provato vergogna. In ebraico il verbo “far crescere” [yaft] ha radice simile a quella della parola “bello” [yafè], presente anche nello stesso nome “Yafet”– tipica metodologia ermeneutica usata dai maestri talmudici, quella di mettere in connessione significati diversi sulla base di minuscole analogie –. Perché dunque, tra i tanti figli di Yafet, i maestri talmudici scelgono proprio il greco? Perché, rispondono essi stessi, “il greco è quanto c’è di più bello nella discendenza di Yafet”, che dunque “dimori nelle tende di Sem”. Bello è il greco, commenta Emmanuel Levinas in una sua lezione su questi passi talmudici (La traduzione della scrittura, in Nell’ora delle nazioni, Jaca Book, Milano 2000, pp.39-62), ma in generale in tutta la sua opera filosofica da lui stesso intesa come “una traduzione in greco del Talmud”, perché è la lingua “dell’ordine, della chiarezza, del metodo, dell’attenzione dal più semplice al più complesso, dell’intellegibilità e soprattutto della non prevenzione”, “della decifrazione e demistificazione”, “la scuola del parlare paziente” propria del pensiero critico, scientifico ed etico, sempre pronto a “dirsi e disdirsi” per amore della verità e della giustizia. Levinas, che in altri testi è estremamente severo nei confronti della cultura ellenistica, qui forza il testo talmudico, fino a interpretare la legittimità di tradurre i testi sacri in greco (e, secondo Rabbi Simon ben Gamliel, solo in greco si possono tradurre) addirittura come una “prova necessaria” a cui i testi sacri si devono sottoporre per rivelare l’universalità e modernità della loro antichissima singolarità. A riprova di ciò, Levinas sottolinea il modo in cui, nello stesso brano talmudico che stiamo commentando, è riportata la leggendaria storia della traduzione in greco del Pentateuco, per iniziativa del re Tolomeo d’Egitto, nel II secolo a.e.v.: i settantadue anziani incaricati, senza comunicare l’uno con l’altro, avrebbero non solo tradotto allo stesso modo, ma anche apportato identiche correzioni alla lettera del testo. Questo evento miracoloso sarebbe il segno dell’approvazione divina della traduzione in greco del Pentateuco.

Nei testi talmudici non esiste però mai un pensiero unico e definitivo. I maestri hanno posizioni diverse, discutono, litigano tra loro, a volte persino i giudizi di una stessa persona sembrano contraddittori. Ogni idea, seppur di minoranza è ricordata e tramandata, accanto al “nome proprio” di chi l’ha enunciata per primo. E il “nome proprio” – primo fra tutti il Nome innominabile dell’Eterno – è un concetto fondamentale della “filosofia della singolarità ebraica” di Levinas: è quella specificità, unicità, inviolabile, inalienabile, irrappresentabile, indicibile che fonda l’etica della responsabilità. La trascendenza che nell’ebraismo resta non solo tra l’Eterno e l’uomo ma anche orizzontalmente tra me e l’altro, la santità come spazio di separazione, rispetto, comandamento “tu non ucciderai”. È ciò che Canaan, nel guardare il corpo nudo del padre, ha già violato. Il nome proprio è l’intimità, il pudore, il limite di ciò che – per tornare al nostro tema – non può essere valicato, tradotto.

La traduzione può sì “abbellire” il testo, ma – ci avvertono i maestri talmudici – può anche denudarlo fino a dissacrarlo, facendogli perdere l’attitudine a “rendere impure le mani”: così l’idioletto talmudico chiama la santità di un testo. Un testo rende impure le mani, se – come spiega Levinas – non permette “di impadronirsi di un pensiero nelle lettere come da una mano che afferra un oggetto” in modo frettoloso, strumentale, prepotente, “non si lascia toccare da una mano che resta nuda”, “senza preparazione, senza maestro”, senza la mediazione della tradizione e la precauzione di un metodo interpretativo (come lo sguardo senza coperture di Caanan). E così nel nostro testo talmudico non esiste una Teoria della traduzione. Non vi è teoria nell’ebraismo che non debba collaudarsi con la pratica, l’esperienza, i contesti, le trasformazioni, esigenze ed emergenze specifiche della storia. In questo testo in particolar modo, troviamo una pluralità vorticosa di posizioni che, come spiega bene Levinas, “significano altrettante maniere di intendere il rapporto del giudaismo con le culture delle nazioni”. Come potrebbe questo rapporto esaurirsi nel dilemma traduzione sì / traduzione no? Bisogna vedere cosa e come e quando si traduce. E necessariamente i maestri sono molto cauti e meticolosamente attenti ai contesti, ai dettagli concreti e quotidiani o, come dice il Talmud stesso, al “corpo del testo”. Viene ricordato che nella stessa Bibbia compare un’espressione in aramaico, in Genesi 31, 47, per designare il mucchio di pietre innalzato da Giacobbe e Labano per commemorare il patto della loro riconciliazione: traduzione dunque come azione di pace. Ma si sostiene anche che è vietato tradurre la Meghillah di Ester, il libro che racconta il rischio di sterminio del popolo ebraico per opera di Aman: quando la sopravvivenza è il pericolo la traduzione può essere un rischio mortale. Alcuni rabbini limitano l’universalità della traduzione sostenendo che i libri biblici possono essere tradotti, ma non i versetti consacrati agli usi rituali e inseriti negli oggetti di culto: i Tefilin, filatteri che leghiamo su noi stessi, quando preghiamo, in corrispondenza del cuore e del cervello, e le Mezuzoth, fissate sugli stipiti delle nostre case. Come se per conferire a questi oggetti tutto il loro peso non fosse sufficiente la spiritualità ebraica, ma fosse indispensabile anche tutta l’intimità del corpo ebraico. Altri rabbini si spingono oltre nell’attenzione alla materialità: si può tradurre in altre lingue a patto che il testo sia scritto in caratteri ebraici classici, con l’inchiostro e sotto forma di libro. Un rabbino tedesco dell’Ottocento, Samson Raphael Hirsch ha approfondito l’etimologia dei nomi dei figli di Noè, cioè dei progenitori dell’umanità. Oltre a ribadire il significato per Yafet di bellezza, estetica, capacità immaginativa, ricorda che Shem, capostipite del popolo ebraico, significa “nome”: il nome è principio di ogni sapienza, fonte di senso, capacità di chiamare le cose con il proprio nome. Non bisogna mai dimenticarsi nel tradurre e nel tradursi dei nomi propri da cui discendiamo nel passato e su cui ci fondiamo nel presente per il futuro.

Rav Roberto Della Rocca (Intervento tenuto in occasione del convegno “Yafet nelle tende di Shem. L’ebraico in traduzione” al Centro Bibliografico UCEI)

=============